Taxi, sciopero nazionale il 31 maggio

da Milano

I tassisti pronti a incrociare le braccia: è stato infatti proclamato uno sciopero nazionale il 31 maggio. La decisione è stata presa al termine di un incontro tra le organizzazioni nazionali di rappresentanza dei taxi in seguito all’insoddisfazione espressa per il nuovo testo sul decreto legge Bersani relativo alle liberalizzazioni. Nel corso dell’incontro è stata avanzata la richiesta di abrogazione degli attuali testi di legge ed un’eventuale riformulazione dei medesimi previa la concertazione con la categoria. Le organizzazioni nazionali, forti della loro unitarietà, auspicano che il governo e le forze politiche comprendano finalmente la necessità di aprire un serio confronto con la categoria, accogliendo le richieste avanzate. Non comprende invece il motivo dello sciopero il ministro Pierluigi Bersani. «Perché i tassisti scioperano? Bisognerebbe chiederlo a loro. Non vedo le ragioni di questa mobilitazione». Il ministro ha rilevato che effettivamente in Italia la situazione risulta essere molto difficile in particolare «riguardo ad alcune città». Per il ministro non si tratta di semplificare le cose ma «francamente penso che la protesta sia sovradimensionata».