Taxi, dopo lo sciopero prezzo fisso in Area C

Area C funziona, almeno dal punto di vista della riduzione del traffico. Parola di taxista. «Abbiamo riscontrato che il traffico è molto più scorrevole, sembra che sia domenica, incredibile» spiega Salvatore Luca, dirigente della Categoria Taxi dell’Unione Artigiani.
Anche ieri mattina i quasi 5mila tassisti riuniti in assemblee spontanee davanti alla Stazione Centrale, agli aeroporti di Linate e Malpensa e in tutti i parcheggi della città, infatti, si scambiano opinioni e impressioni sugli effetti della gabella antitraffico. Ecco allora che rispunta la proposta lanciata durante la commissione comunale Mobilità qualche mese fa, di un corsa a prezzo fisso per il centro storico. I tassisti discutono dell’eventuale prezzo di una corsa a prezzo fisso ridotto, diciamo, visto la netta diminuzione del tempo di percorrenza del centro. Una tariffa che se non potrà essere a 5 euro, come era nell’idea iniziale perché «assolutamente troppo bassa a fronte dei costi», dovrà allo stesso tempo essere concorrenziale con mezzi pubblici.
«Ne stiamo discutendo, ma l’impressione che più della metà degli aderenti alla nostra categoria - spiega ancora Salvatore Luca - che ne conta 800, siano favorevoli all’idea. Certo, bisogna monitorare ancora per mesi la situazione ma siamo d’accordo e presto ne parleremo anche in maniera più concreta, cercando di mettere a punto anche una tariffa adeguata».