Taxi in sciopero, venerdì tocca al metrò

Oggi lo sciopero dei tassisti. Venerdì quello dei mezzi pubblici. La seconda settimana di Area C si apre con due aggravanti che porteranno nuovi disagi alla circolazione in città. Si comincia con le auto bianche che non caricheranno clienti fino alle 22 di stasera. Dopo i tre blocchi spontanei della scorsa settimana, è ancora protesta e ieri non c’è stata nessuna marcia indietro. «Siamo preoccupati, non vogliamo l’authority sui taxi e poi vogliamo vederci chiaro sulla liberalizzazione» protestano gli autisti che continuano a criticare, punto per punto, il decreto Monti. I taxi si troveranno stamattina alle 10 davanti allo stadio di San Siro per un raduno di protesta ma non sono previsti cortei in giro per la città.
Alle auto bianche non basta aver incassato la solidarietà della Regione Lombardia, che non vuole cedere il potere decisionale a nessuno né sulle licenze né sulle tariffe massime da applicare. Loro vogliono ulteriori garanzie su part-time, doppie guide e flessibilità nei turni di lavoro, nonostante l’accordo appena raggiunto con il Pirellone. E non mollano il colpo, per chiudere come dicono loro una delle vertenze più nodose. Non è nemmeno detto che quella di oggi sia l’ultima protesta. Anche se alcune organizzazioni sindacali hanno intimato i tassisti (non solo di Milano) a evitare scioperi selvaggi qua e là, ci potrebbero essere altre agitazioni, ufficiali e non.
Ma non è finita. Per chi si muove a Milano ci saranno cattive sorprese anche venerdì 27. Le strutture nazionali delle organizzazioni sindacali Usb, Slai Cobas, Si Cobas, Orsa hanno proclamato uno sciopero nazionale di 24 ore.
A Milano l’agitazione è prevista dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio e toccherà, ancora una volta, le fasce orarie più trafficate, che coincidono con l’ingresso e l’uscita dagli uffici. Spostarsi non sarà semplice ma, se non altro, è possibile che il Comune sospenda il ticket da 5 euro di Area C almeno per un giorno come è sempre stato fatto in precedenza con Ecopass.