Taxi, sui turni liberi la Moratti dà l’ok

Mai più taxi introvabili quando gli autobus sono fermi per sciopero o in occasione dei grandi eventi in città. L’obiettivo è ambizioso, ma accomuna sia i tassisti che la candidata sindaco della Cdl Letizia Moratti, che ieri ha incontrato i rappresentanti sindacali delle auto bianche e ha stretto con loro un accordo in cinque punti «per migliorare l’offerta ai cittadini e garantire condizioni di lavoro più serene ai tassisti». L’intesa prevede la creazione di una Commissione mista col compito di monitorare domanda e offerta e decidere le misure per migliorare il servizio, non escluso, «dopo un congruo periodo dall’introduzione delle nuove misure», la concessione di nuove licenze. Ma la candidata della Cdl apre anche alla liberalizzazione dei turni di lavoro, alla licenza che consenta ai familiari di sostituire il titolare non più soltanto all’interno dello stesso turno, e garantisce interventi per migliorare la viabilità. «Abbiamo concordato - spiega la Moratti - un percorso di dialogo e decisioni comuni». Soddisfatti i sindacati: «Un confronto molto positivo, la Moratti è milanese e conosce molto bene i taxi della sua città. Ha dimostrato di voler dialogare con noi».