Taxi Truffe e tariffe truccate: un’associazione va all’attacco

Tassisti che facevano pagare una corsa urbana quanto una extraurbana e chiedevano ai turisti anche 100 euro per brevi corse in città. È quanto ha riscontrato l’associazione «Pro Natura» che ha denunciato per truffa e interruzione di pubblico servizio alcune decine di tassisti romani presso la Procura della Repubblica di Roma. Lo rende noto l’associazione ambientalista. La denuncia contiene anche numerose foto scattate all’interno di taxi. Ai passeggeri veniva applicata nel centro urbano la «tariffa 2» riservata ai percorsi extraurbani, di importo superiore. L’associazione ha documentato, inoltre, che alcuni taxi che stazionavano nel parcheggio di Piazza Pio XII, di fronte a San Pietro, si rifiutano di portare i clienti italiani, attendendo soltanto i turisti ai quali venivano chiesti dai 50 ai 100 euro per brevi corse.