Teatri, ristoranti e officine: gli sconti arrivano via mail Risparmi da 600mila euro

Un pranzo al ristorante a 9 euro invece che a 40. Una cena da Sadler a 40 euro, quando lo scontrino medio sfiora i 115 euro. E ancora: un chilo di gelato artigianale a 9 euro al posto di 17. E giù al ritmo di due megasconti al giorno su svariati servizi e intrattenimenti urbani. Dall’ingresso in palestra al lavaggio auto. Passando per il teatro, il cinema, il soggiorno benessere in beauty farm o in agriturismo. C’è un’azienda on line, la Groupon CityDeal, che sta riuscendo nell’impossibile: fa risparmiare in tempi di crisi, fa spendere e uscire di casa le persone, permette alle aziende di farsi pubblicità gratis. Come? Ci si registra al sito (www.groupon.it) e dal mattino successivo, tutti i giorni, si ricevono due offerte (la maggior parte superiori al 50 per cento di sconto), le proposte sono illustrate nel dettaglio sulla pagina web. L’interessato acquista il buono sconto in giornata (esempio: 49 euro invece di 160 per visita odontoiatrica, pulizia dei denti, sbiancamento e, chi vuole, chek-up del sorriso con chirurgo plastico) pagando con carta di credito o prepagata. C’è però tempo da uno a sei mesi per spendere il coupon e beneficiare del servizio.
Niente trucco e niente inganno, «guadagniamo sulle provvigioni - spiega Ana Carolina Massaro responsabile marketing di Milano - Le aziende che hanno stipulato convenzioni con noi si ritrovano pubblicità gratis e nuovi clienti. Sull’altro fronte i cittadini risparmiano. Da marzo a oggi, da quando abbiamo aperto una sede in città, i milanesi hanno risparmiato 600mila euro». I buoni sconto venduti sono stati 80mila. In otto mesi la sede cittadina ha assunto 152 dipendenti («eravamo quattro gatti, siamo partiti in sei ora siamo in 160»).
Groupon nasce a Chicago nel 2008 grazie a Andrew Mason, il suo sito offre sconti giornalieri sulle migliori cose da fare, mangiare, vedere e comprare in centinaia di città. All’inizio dell’anno l’idea è copiata da un gruppo di imprenditori europei, nasce Citydeal che parte col botto. Di lì a poco la fusione tra le due società e ora c’è la Groupon CityDeal con uffici sparsi in 25 Paesi e 250 città. «I giornali americani hanno scritto che abbiamo fatturato il primo miliardo di dollari più fretta (in due anni) di Google (ci ha messo 5 anni), di Apple (8 anni) e di Ebay (7 anni)» riferiscono con orgoglio alla società rappresentata a Milano e in Italia da Giuliomario Limongelli. Fra le firme milanesi apparse sul sito c’è Claudio Sadler, titolare dell’omonimo e raffinato ristorante dove in luglio e in agosto si poteva cenare a 45 euro e che ha dichiarato di aver avuto «cento clienti in un giorno». Poi i cinema, tutti a un euro, alcuni anche gratis e un nuovo sistema di relax, un’ora a mollo nella vasca di galleggiamento Hydrocare (miscela di acqua e solfato di magnesio) a 29 euro invece di 90.