Teatro Cargo: «La strega» ammalia il Litta

È un’atmosfera soffusa e ammaliante quella che Teatro Cargo porta al Litta, da oggi a domenica 19 ottobre, con «La Strega». L’ispirazione arriva dal capolavoro «La Chimera», romanzo storico che Sebastiano Vassalli pubblicò per Einaudi nel 1990, vincitore del Premio Strega e annoverato tra i più venduti, ristampati e tradotti all’estero. Le pagine si fanno voce e un’attrice, Fiammetta Bellone, immerge lo spettatore nel mondo di Antonia, deposta in fasce, in una notte di gennaio del 1590, davanti a un orfanotrofio di Novara e condannata al rogo come strega nel settembre 1610, dopo aver subito violenze e torture. «La Strega» è la storia di una donna che ha come unica colpa la bellezza unita ad un vivace spirito di ribellione, che fa di lei una figura moderna e difficilmente accettabile nei tempi bui in cui vive.