Il teatro di Cicagna alza di nuovo il sipario

In dieci giorni 16170 visitatori. Sono numeri da record per «Van Goh e il viaggio di Gauguin», la mostra inaugurata il 12 novembre e che ha riacceso la luce sulla città colpita dall'alluvione. L'anno scorso «Mediterraneo» registrò circa 15mila visitatori, ma in 21 giorni.
Le prenotazioni per ammirare i capolavori di Van Gogh, in esposizione a Palazzo Ducale fino al 15 aprile 2012, sono salite da 60mila a 75mila. Il 46 per cento sono alunni e studenti, l'altro 46 per cento sono gruppi organizzati provenienti da 83 province italiane, l'otto per cento sono «privati» che accedono direttamente alla mostra in piazza De Ferrari. Alcune centinaia di visitatori arrivano addirittura dalla Francia, ma la gran parte proviene dalla zona di Torino, Milano e Genova.
Il «boom» di visitatori ha spinto ieri il presidente della Fondazione Palazzo Ducale, Luca Borzani, a presentare alla città, insieme alla sindaco Marta Vincenzi, i numeri del successo: «Si tratta di uno straordinario messaggio per Genova, che ha visto inaugurare la mostra a pochi giorni dai tragici fatti del 4 novembre. Il segnale, che arriva pure dalla cultura, è quello di un capoluogo ligure non piegato, né rassegnato, ma accogliente e interessante per decine di migliaia di turisti. Venite a visitare Genova».
Anche il primo cittadino genovese, travolta dalle critiche per la gestione del pre e post alluvione, ieri ha indicato la sua soddisfazione per il «boom» di biglietti e delle prenotazioni al Ducale.
«Mi sembrava doveroso che Genova partecipasse attivamente a questo momento, la città non si è piegata e lo sta dimostrando, bisogna parlare e rilanciare il positivo che questa città sa dare».
La mostra si trova nei saloni dell'Appartamento del Doge e conta 80 capolavori della pittura europea e americana del XIX e del XX secolo e una decina di lettere originali vergate da Van Gogh. Il tema è quello dell'idea del viaggio. Cuore dell'esposizione è il pacchetto di 40 opere di van Gogh, ma anche il celebre quadro di Paul Gauguin: «Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo?».
L'ingresso è aperto al pubblico dalle ore 9 alle 19 da lunedì a venerdì e dalle 9 alle 20 il sabato e la domenica.
Nel Sottoporticato di Palazzo Ducale continua anche la mostra «Race. Alla conquista del Polo Sud» e alla Loggia degli Abati «Nunziante. Paesaggi della luce», mentre nella sala Dogana «Genova senza parole. Memorie d’immagini a quattro mani».