Teatro d’autore alla conquista della provincia

Un appuntamento consolidato in cui si inserisce una novità. È stata presentata ieri alla Pisana la terza edizione di «Teatro in Regione», l’iniziativa che punta a promuovere lo spettacolo dal vivo in tutto il territorio del Lazio. Quest’anno ad essere coinvolta è anche la capitale che fino a maggio ospiterà «Uno sguardo dal ponte», kermesse ricca di appuntamenti che vanno dal teatro alla musica fino alla danza allestiti nell’area intorno alla terza università, tra Testaccio, Garbatella, Marconi e Ostiense.
«Teatro in Regione», realizzato dall’Atcl (Associazione teatrale fra i comuni del Lazio) propone agli abitanti delle cinque province oltre 200 spettacoli, coinvolge 45 comuni e 18 teatri. Diverse sono le iniziative attraverso le quali il progetto cerca di realizzare una sempre più ampia offerta culturale: in primis Atcl propone l’iniziativa «Il circuito» con una serie di teatri in abbonamento dei quali cura la programmazione offrendo spettacoli di ottimo livello come Il Sindaco del rione sanità, con la regia di Carlo Giuffrè, il 26 e 27 febbraio al teatro Traiano di Civitavecchia; o anche lo spettacolo Due partite scritto e diretto da Cristina Comencini con Chiara Noschese, in scena l’8 marzo al teatro di Colleferro. Sempre del progetto fa parte l’iniziativa «Piccoli sentieri» che è destinata ai ragazzi delle scuole dell’obbligo ai quali, insieme con gli spettacoli, si propone un progetto organico di «educazione al teatro». In più la riapertura dell’ex consorzio agrario di Latina sarà l’occasione, a maggio, per promuovere la «Città di Vetro», una serie di spettacoli interdisciplinari tutti al femminile. Ma la vera novità è rappresentata da «Uno sguardo dal ponte» che vede il coinvolgimento di 11 spazi che accoglieranno ogni tipo di performance. Tra i primi appuntamenti, dal 19 al 24 febbraio, il Teatroinscatola, a pochi metri da ponte Testaccio, presenterà lo spettacolo Diario di un ex rapinatore di banca, con la regia di Emanuela Giordano e realizzato con la collaborazione della casa di reclusione di Civitavecchia. Al M.i.c.r.o., sempre a Testaccio, spazio invece, al futurismo con un ricco programma che l’8 marzo propone la performance teatrale Le donne del ventennio e il 15 la curiosa serata di gastronomia futurista.
Location più singolare per l’iniziativa Musica in tir sui ponti che ad aprile proporrà il concerto di quattro gruppi musicali nelle piazze antistanti ponte Sublicio, ponte Testaccio, ponte dell’Industria e ponte Marconi. Il debutto è affidato il 5 aprile agli Acustimantico.