Teatro dell’Opera: il maestro Muti direttore onorario nominato a vita

Roma. Pace fatta tra Roma e il maestro Riccardo Muti: si è aperta ieri con un annuncio a sorpresa la presentazione della nuova stagione del Teatro dell’Opera di Roma che prenderà il via il 27 novembre con il Macbeth di Verdi diretto da Riccardo Muti. Il sindaco della capitale Gianni Alemanno ha infatti annunciato che proprio il maestro Muti ha accettato la proposta, avanzata in una lettera dai professori dell’Orchestra, di assumere il titolo di direttore onorario a vita del Teatro dell’Opera. L’impegno assunto da Muti è naturalmente meno di un rapporto di direzione vero e proprio, incarico che Muti non potrebbe accettare visti i suoi molti impegni professionali in giro per il mondo. Ma è tuttavia qualcosa che lega realmente il direttore al teatro della capitale.
Muti sarà protagonista anche sul palco, dirigendo l’Orchestra in due opere e nel concerto evento con la London Simphony, in programma il 23 aprile. La prima opera con la sua direzione è il Macbeth, proposto dall’Opera di Roma in collaborazione con una delle rassegne più celebrate del mondo musicale, il Festival di Salisburgo. La messa in scena originale di Salisburgo sarà rivisitata dal regista Peter Stein, per adattarla agli spazi del teatro. Muti tornerà poi a maggio per un’altra opera verdiana, Attila, la più «romana» di quelle del compositore di Busseto.