A teatro E le madri «alternative» trionfano anche sulle scene

Madri e padri alternativi trionfano non solo nella vita reale ma anche al cinema e a teatro. Dal 16 novembre, alle ore 20.45, al Teatro Eliseo, debutta «Tutto su mia madre» per la regia di Leo Muscato. Il testo, basato sulla sceneggiatura originale di Almodòvar per il suo famoso film, è stata adattato per il teatro da Samuel Adamson. Lo stesso testo viene rappresentato adesso per la prima volta in Italia. Si parla di maternità, paternità, omosessualità, uomini che diventano donne, padri che diventano madri. La trama: Manuela è mossa dal senso di colpa di non essere riuscita a mantener fede a una promessa fatta al figlio Esteban poco prima di morire, raccontargli tutta la verità su suo padre. È questo senso di colpa che la porterà a Barcellona, a confrontarsi col passato, andando alla ricerca di quel padre, a cui poter finalmente raccontare tutto su suo figlio. L’elemento dominante nel testo di Adamson è la metateatralità, si tratta di un grande omaggio al teatro, Le tematiche presenti nella sceneggiatura cinematografica ci sono tutte, ma la narrazione è quasi onirica.