Teatro di Verdura Se la cultura si fa all’aria aperta

La domanda del pubblico della grande Milano, culturalmente attento ed esigente, viene ancora una volta soddisfatta anche d'estate grazie al Teatro di Verdura che, giunto ormai alla sua XI stagione, presenta il cartellone della rassegna «Libri in scena»; perché qui i libri si aprono, si leggono, e si possono anche ascoltare. A tenere a battesimo l'annuale appuntamento con la cultura (tutti gli spettacoli sono gratuiti) lo spettacolo per bambini Odissea di Omero, una storia senza età che, presentato martedì 10 giugno dal Pandemonium Teatro, offre una lettura dell'opera per vincere la resistenza del linguaggio poetico. Sempre Pandemonium Teatro sarà protagonista di Fahrenheit 451 una lettura del libro di Ray Bradbury in scena il 24 giugno e di Libri da ardere, il 22 luglio. L'attenzione per i più piccini è testimoniata anche dalla raccolta fondi a favore di Obm, la Onlus dell'ospedale Buzzi che si adopera per la realizzazione di una biblioteca all'interno del nosocomio.
Con Tutti matematici con Harry Potter parte anche quest'anno la collaborazione tra il Teatro di Verdura e l'Associazione Centro Scienza di Torino, promotore anche dello spettacolo del 4 luglio Ai confini del cervello, una serata che, in presenza dell’illusionista Alexander, diventa un'occasione per trasformare il Normale in Paranormale. Lunedì 16 giugno Lorenzo Bassotto dirigerà la messinscena di Marco Polo. Ma la scienza va a teatro anche per gli adulti, invitati il 5 agosto ad assistere a La felicità, una sorta di lezione per meglio apprendere quei meccanismi che stanno alla base del vivere meglio. La collaborazione con Teatri Possibili si rinnova anche quest'anno con la presentazione, per il 19 giugno di Otello con Corrado D'Elia, ancora sulla scena di via Senato il 10 settembre con La leggenda di Redenta Tiria un appuntamento imperdibile con la lettura del testo di Salvatore Niffoi e probabilmente anche in presenza dello stesso autore. Il 10 luglio sarà la volta di Redazione Erasmo, la messa in scena da parte dei ragazzi del carcere Beccaria e la compagnia Puntozero (protagonisti anche di King Lear in programma il 22 settembre) di alcuni testi scelti tra i 32 volumi raccolti in sei anni di pubblicazioni. Spazio alla poesia: il 16 luglio sarà Davide Rondoni leggerà Pavese, mentre il 31 luglio leggerà Giovanni Pascoli. Questo e molto altro, fino al 24 settembre.
Dal 10 giugno al 24 settembre
via Senato 14
Per prenotazioni 02/76020794