Teatro Vittoria, la prima volta senza Corsini

The show must go on, lo spettacolo deve continuare. Nonostante tutto. Anche senza Attilio Corsini che per più di vent’anni ha guidato le battaglie del Vittoria. E così il teatro di Testaccio, orfano dello storico direttore artistico, inaugura il primo ottobre la nuova stagione con un classico spettacolo di Corsini, Rumori fuori scena, proposto dalla sua compagnia Attori & Tecnici che sarà in scena fino al 19. Questa produzione sostituisce Le invasioni barbariche della quale il regista doveva essere protagonista, mentre c’è ancora qualche incertezza su L’ispettore di Gogol, titolo previsto dall’11 novembre al 14 dicembre.
Confermato invece il resto del cartellone: il secondo appuntamento della stagione dal 21 ottobre al 9 novembre è con Muratori, per la regia di Massimo Venturiello, uno spettacolo che racconta le vicissitudini di un teatro che chiude per far posto a un supermercato. A Natale (dal 16 dicembre al 18 gennaio) poi il palcoscenico del Vittoria è riservato a Rodolfo Laganà e al suo show Confusione che si avvale della collaborazione di 4 musicisti. Poi dal 20 gennaio al 15 febbraio, dovrebbe essere in scena L’arte della commedia di Eduardo De Filippo, manifesto della libertà dell’artista e dell’ingerenza della politica nel mondo del teatro.
A febbraio (dal 17 al primo marzo) i riflettori saranno puntati su una favola d’amore Sunshine, prodotta da Sabrina Ferilli con la regia di Giorgio Albertazzi, una commedia che racconta la storia d’amore tra una spogliarellista e un infermiere di un’ambulanza e che ha come protagonisti Benedicta Boccoli e Sebastiano Somma. Spazio poi dal 3 al 15 marzo a Cavemen, un monologo con Maurizio Colombi, versione italiana di uno storico show di Broadway, che racconta l’uomo delle caverne e vede Teo Teocoli firmare la sua prima regia.
La stagione del Vittoria prosegue (dal 17 al 29 marzo) con Casamatta Vendesi di Angelo Orlando e dal 31 marzo al 26 aprile con Fiori d’arancio, una commedia, per la regia di Claudio Insegno, che vede alternarsi sul palcoscenico Caterina Costantini, Sandra Milo, Eva Robins’ e Rosanna Casale. Sarà un’altra donna a chiudere la stagione: Cinzia Leone, in scena con il suo Outlet dal 28 aprile al 17 maggio. Confermati anche i «Te letterari», gli appuntamenti del venerdì alle 17, a cura di Marcello Teodonio, giunti ormai alla dodicesima edizione. Per il sabato sera, invece, la nuova stagione presenta una novità: un esperimento in seconda serata, alle 23.30, con uno spettacolo in scena dal 4 ottobre, Sessy in de cisy, per la regia di Lauro Vesari, con Sonia de Meo, Francesca di Nicola e Francesca Lepori.