Technogym cede il 40% a Candover per 400 milioni

L’intesa punta alla crescita in nuovi mercati nel settore del benessere

da Milano

Technogym aumenta la propria «massa muscolare» facendo entrare nel capitale il fondo di private equity Candover, con l’obiettivo di crescere in nuovi mercati e di rafforzarsi sotto il profilo manageriale. Un’operazione finanziaria importante in un mercato in crisi. Ma con un sapore molto locale. Romagnoli i venditori, romagnolo il banchiere (l’abile Maurizio Tamagnini di Merrill Lynch) e romagnole alcune partecipazioni importanti di Candover in Italia (Ferretti e Mirabilandia). L’accordo vale 400 milioni di euro e prevede la cessione a Candover di un pacchetto pari al 40% della società di fitness e wellness fondata da Nerio Alessandri. Nelle intenzioni delle parti, il sodalizio consentirà di valutare ed effettuare operazioni di acquisizione e sviluppo di nuovi business nel mondo, nell’ottica della globalizzazione del brand Technogym e continuare a innovare nelle tecnologie, soluzioni di prodotti e servizi per il benessere.
Leader mondiale nell’innovazione di prodotti e servizi del Fitness & Wellness, Technogym è presente in oltre 100 Paesi, con 1.500 dipendenti e un fatturato di circa 400 milioni di euro di cui quasi il 90% all’estero. L’azienda sarà inoltre esclusivo fornitore ufficiale delle prossime Olimpiadi di Pechino. Candover rappresenta invece uno dei principali fondi di private equity a livello internazionale. Dalla fondazione, avvenuta nel 1980, ha investito in 135 transazioni con un valore aggregato di oltre 42 miliardi di euro.
Soddisfatto per l’intesa raggiunta Nerio Alessandri, presidente e fondatore di Technogym: «Sono contento di questa importante tappa del percorso imprenditoriale, in quanto rappresenta una grande opportunità per i nostri manager, dipendenti e, in generale, per tutti gli stakeholders. La scelta di un partner internazionale della qualità e prestigio di Candover ci permetterà di continuare a crescere e raggiungere nuove sfide».
Aldo Maccari, amministratore delegato di Candover Italia, ha aggiunto: «Siamo onorati di questa partnership con Technogym. Nerio e Pierluigi Alessandri, unitamente al loro team, sono stati capaci di costruire un’azienda eccezionale con un marchio e un posizionamento unici a livello globale. Nella società odierna, i problemi legati all’obesità sono in continuo aumento e le organizzazioni sanitarie in tutto il mondo stanno investendo maggiormente nella prevenzione, piuttosto che sulla cura, di questa malattia. In questo scenario, salute e Wellness acquistano sempre più rilevanza ed attualità».
L’operazione ha visto Mediobanca nella veste di advisor di Technogym.