Tecnica e artigianalità made in Italy

Italia Tecnica Artigiana, in queste tre parole si è voluto esprimere con forza, al di là di un marchio, un vero e proprio concetto. Quello di una creatività e di un savoir-faire per i quali il nostro Paese si è sempre distinto. Ancor più significativa, poi, la sua abbreviazione in I.T.A., che nulla toglie ai contenuti sopraindicati, consentendone, nel contempo anche un'agevole "penetrazione" a livello internazionale. Chiaro, dunque, che seppur nel quadro di un posizionamento in una fascia di prezzo "accessibile", collocata, per il momento tra i 250 e i 350 euro, requisito essenziale degli orologi I.T.A. è un livello qualitativo ben superiore a quanto il costo possa lasciar prevedere. Conseguentemente, nessun dettaglio è stato lasciato al caso. Lo si era già notato nell'orologio di esordio di I.T.A., "Modello Zero", realizzato con tecniche che hanno permesso di combinare diversi materiali e di ottenere effetti originali: la cassa in policarbonato rotonda con anse sovradimensionate in acciaio, il vetro minerale ad elevata resistenza, il cinturino in technonylon, materiale sintetico estremamente resistente ed impermeabile, il quadrante, lavorato in trasparenza, proposto in diverse varianti di colore, con la lunetta che può riportare l'indicazione del marchio per esteso, oppure i colori della bandiera italiana, gl'indici orari costituiti da cabochon o da numeri arabi stilizzati.
In questi casi, non ostante i buoni risultati di vendita, comincia la fase più delicata per le aziende proprietaria e distributrice, ossia quella di confermare e, se possibile, migliorare la performance commerciale. Si tratta di decisioni stilistiche e strategiche dal rischio elevato, ben sapendo che il mercato, specialmente oggi e nel range di prezzo sopra indicato, non perdona. Naturale, quindi, la curiosità in attesa della novità in casa I.T.A., e le aspettative non sono andate deluse. Il nuovo cronografo B.Compax, infatti, manifesta una spiccata personalità. E' caratterizzato come tutti i modelli della produzione I.T.A. dalla presenza di numeri arabi sovradimensionati ed indici a semisfera tridimensionali e applicati, tanto da far considerare la costruzione del quadrante non su due (fascia oraria periferica e zona centrale con contatori crono e data), ma su tre livelli: una soluzione decisamente identificativa. Manifesta ecletticità e dinamismo il B.Compax anche nella struttura con anse spigolose allungate e massicce che vanno a distendersi sul polso, saldate ad una cassa rotonda, che può essere realizzata in diversi materiali e altrettante tipologie di rifinitura. In tal senso, la collezione è composta da modelli tutti in acciaio, in titanio e acciaio, in acciaio rose gold plated. Fondello fissato da 4 viti e corona a vite consentono, poi, il raggiungimento di 5 atmosfere d'impermeabilità; interessante la stilizzazione del gruppo pulsanti/corona; con i primi, a pompa, zigrinati sul bordo e la seconda, personalizzata, con dei rilievi esterni a semisfera che riprendono la conformazione degl'indici sul quadrante. Quest'ultimo è protetto da vetro minerale antigraffio con doppio trattamento antiriflesso, e presenta al centro i contatori dei minuti crono, al 9, e delle 24 ore al 3, il datario a finestrella al 4/5 e ha lancette sportive scheletrate e luminescenti sull'estremità. Il movimento è al quarzo e due sono i cinturini in dotazione, in cocco calf mat e in technonylon, con dispositivo di aggancio/sgancio che permette una rapida sostituzione. Passando ai prezzi, si va dai 299 euro della versione tutta acciaio ai 369 euro del modello rose gold plated.