Tecnica Quadri tradotti in miliardi di pixel

Due giorni fa Google ha lanciato un nuovo layer di Google Earth (ossia un livello tematico sovrapponibile alle mappe tratte dai satelliti), che permette di osservare fin nei minimi dettagli 14 capolavori del Museo del Prado, una delle principali mete turistiche della Spagna. Il Prado è il primo tempio dell’arte al mondo a portare opere delle sue collezioni su Google Earth. Utilizzando le avanzate funzionalità della piattaforma Google, storici dell’arte, studenti, appassionati d’arte potranno zoomare fino a un livello di dettaglio elevatissimo, osservando così particolari delle opere difficilmente apprezzabili a occhio nudo. I dipinti sono stati infatti fotografati ad altissima risoluzione: con una definizione di ben 14.000 milioni di pixel. Il layer Prado di Google Earth comprende inoltre modelli in 3D che consentono di muoversi per le stanze del Museo come se ci si trovasse davvero all’interno dell’edificio.