Il tecnico rossonero «Non avrei problemi se dovessi allenare calciatori gay»

Roma «A me non è mai capitato di incontrare giocatori gay, ma se accadesse non ci sarebbe nessun tipo di problema». Carlo Ancelotti è in perfetta sintonia con il ct azzurro Marcello Lippi sul tema diventato oggetto di discussione anche nel mondo del pallone. Soprattutto da quando molti calciatori, in particolare all’estero, hanno fatto outing.
«L’omosessualità in passato è stata trattata con molto pudore tanto che era difficile scoprire un calciatore gay - sottolinea il tecnico del Milan -. Ma al giorno d’oggi con una società più aperta, credo che non ci sarebbe alcun problema. Io almeno non l’avrei».
Quanto a Gennaro Gattuso, eletto da un sondaggio di Novella 2000 come il calciatore più desiderato dalle donne, Ancelotti regala una battuta: «Sono stupito che abbiano questo sogno proibito...».