Tecnologia e qualità Elco disponibili anche in Italia

Il marchio di Mts fornirà l’acqua calda alle Olimpiadi di Pechino

Elco Italia, azienda di Mts Group con sede a Resana (Treviso), ha appena aperto la sua prima filiale di vendita territoriale a Torino. Elco è un marchio leader in Germania e Svizzera nelle soluzioni di riscaldamento innovative per il mercato domestico e commerciale, dal 1928 conosciuto a livello mondiale nel settore del riscaldamento, con una vasta gamma di soluzioni innovative per il riscaldamento domestico e commerciale. In Italia, Elco offre prodotti e sistemi a elevata tecnologia e basso impatto ambientale, come gli innovativi tubi solari sottovuoto, le pompe di calore e le caldaie a condensazione. Elco sviluppa la sua attività di ricerca in Germania, Svizzera, Olanda e Italia.
Presente nei principali mercati europei (Germania, Svizzera, Austria, Belgio e Olanda), da alcuni anni opera anche in Cina dove ha tra l’altro ottenuto l’appalto per fornire l’acqua calda a tutto il villaggio olimpico di Pechino 2008 con uno degli impianti solari più avanzati del mondo. Tale accordo è parte integrante di un programma di cooperazione tra la città di Pechino e il ministero italiano dell’Ambiente e tutela del territorio, che prevede la progettazione e l’installazione nella capitale cinese di innovative soluzioni ecologiche in vista delle prossime Olimpiadi, all’insegna della salvaguardia dell’ambiente e del risparmio energetico. Elco Italia cura anche la distribuzione dei prodotti Ecoflam, un marchio storico del settore dei bruciatori e delle caldaie a condensazione per applicazioni domestiche e commerciali, molto noto e stimato in Italia, al top per gamma di prodotti e servizi offerti al mercato.
Il marchio Elco nell’Europa centrale, così come Ecoflam in Italia, è sempre stato un pioniere nell’offrire le soluzioni più innovative per rispondere ai bisogni di riscaldamento dell’acqua e dell’ambiente. Nei suoi reparti di ricerca e sviluppo si stanno già progettando i prodotti del futuro: i sistemi di micro-co-generazione, volti alla produzione congiunta di riscaldamento e di energia elettrica nelle abitazioni, che permetteranno un utilizzo più efficiente della rete elettrica e un contestuale risparmio energetico; i co-generatori domestici: nei due progetti in corso, uno utilizza la tecnologia del motore Stirling, l’altro quella delle celle a combustibili; infine, le pompe di calore a gas, che rappresenteranno, in pratica, l’evoluzione delle caldaie a condensazione e offriranno un ulteriore risparmio di energia del 30%, in media, all'anno.
\