Addio cd, ora la musica si fa micro

ScanDisk lancia la scheda musicale: un intero album su un formato subito disponibile per smartphone e computer. E con l'apposito lettore venduto a 35 dollari l'obbiettivo è fare la guerra all'iPod <br />

Addio cd. O meglio questo vorrebbe essere lo slogan della ScanDisk, la casa che produce le schede Sd per compiter e telefonini che ora lancia un nuovo supporto per la musica. Si comincia in America, - grazie agli accordi con Sony, Universal, Emi, Warner -, saranno messe in vendita le MicroSd con album musicali prevaricati in confezione in stile cd ad un prezzo - 15 dollari – concorrenziali rispetto al normale supporto.

La prima lista di album disponibile contiene grandi del passato come gli Abba e Jimi Hendrix e big del momento come Leona Lewis e Rihanno (consultare http://www.sansa.com/slotmusic_cards), ma nelle intenzioni di ScanDisk il 2009 sarà l’anno della consacrazione, quando il nuovo formato raggiungerà anche l’Europa. Il vantaggio è intuibile: la musica, oltre a poter essere ascoltata sul nuovissimo lettore dal prezzo low cost di 35 dollari – il Sansa Slot Music – sarà anche immediatamente disponibile per i telefonini multimediali e in più la scheda sarà senza protezione, e dunque duplicabile su pc, altre schede. o su lettori Mp3.

L’obbiettivo dunque è quello di diffondere più possibile gli album con la massima facilità di utilizzo e ScanDisk si pone come un’alternativa allo strapotere dell’iPod, il lettore di casa Apple, sicuramente più sofisticato ma anche legato alla piattaforma della casa madre. E proprio per colmare una lacuna dell’iPod, che necessita di un collegamento, le nuove MicroSd cercheranno di sfondare anche sul mercato delle autoradio: basterà infatti avere un modello con uno slot per leggere le schede di memoria per portarsi la micromusica a spasso. Una scommessa? Forse. Ma anche ai tempi del cd c’era chi ne aveva decretato l’immediato fallimento.

Video che ti potrebbero interessare di Tech