La donna giapponese che a 81 anni ha sviluppato la sua prima applicazione per telefoni

Masako Wakamiya ha 81 anni e ha sviluppato un'applicazione di gioco per anziani giapponesi dopo aver lavorato per 43 anni in banca. Si definisce una "evangelista della tecnologia"

È una sviluppatrice di applicazioni ludiche giapponesi e ha ben 81 anni: si chiama Masako Wakamiya e grazie alle sue invenzioni sta facendo appassionare migliaia di anziani giapponesi al mondo dei cellulari, dei giochi e delle applicazioni.

Nonna App, così soprannominata, ha lanciato così la sua prima applicazione per smartphone: due giochi che si ricollegano alla tradizione ludica nipponica. "Alla mia età non si può competere con i giovani: troppo lenti i riflessi per divertirsi con i giochi del cellulare", ha spiegato alla Cnn.

"Hinadan" è il nome dell'app che ha creato Masako, single e senza figli, dopo aver lavorato per 43 anni in una banca. Ha iniziato a utilizzare il pc a 60 anni e 21 anni dopo si definisce "un'evangelista della tecnologia". "Non c'è bisogno di essere un professionista, - ha dichiarato Nonna App. - Se si dispone di creatività, se avete una mente giocosa, è possibile creare prodotti virtuali per il divertimento di tutti".

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 03/03/2017 - 06:12

chissà se venisse in Italia con la sua invenzione potrebbe fare divertire molti anziani tra quelli che prendono 400 euro di pensione al mese.

pilandi

Sab, 04/03/2017 - 09:56

franco-a-trier_DE se fosse andata in germania poteva inventare una app per misurare le emissioni dei diesel.