Ecco gli iPhone segreti che Apple vi ha mai fatto vedere

Ecco i prototipi di iPhone che non hanno mai trovato la luce. Un collezionista mostra il funzionamento dei cellulari di Apple

Ci sono dei prototipi di iPhone mai visti. Ma che Hap Plain, dipendente della Lexus, ha raccolto come solo un collezionista sa fare. E adesso ha deciso di mostrarli al grande pubblico sul suo sito, spiegando che funzionano quasi tutte. "Sono solo una di quelle persone che amano scoprire come funzionano le cose e quando possibile aggiustarle- dice, vantandosi di avere la più grande collezione di Apple al mondo - Molte macchine non funzionano quando le acquisto ma quasi tutte quelle conservate nella mia collezione sono completamente operative".

Vediamo di cosa si tratta. Uno dei prototipi posseduti da Plain è venuto alla luce nel lontano 2014. Il pezzo finì su eBay e anche la Apple gli chiese uno scambio. Il motivo? Il collezionista aveva trovato all'interno delle informazioni che, potenzialmente, sarebbero state molto utili alla concorrenza. Il prezzo su ebay arrivò a 11mila euro. Tanti, tantissimi. Ma Plain non aveva (e non ha) alcuna intenzione di venderlo.

Un'altro dei protitipi in mano a Plain spiega in che modo la Apple è arrivata a scegliere l'interfaccia degli iPhone. Steve Jobs divise allora la squadra in due gruppi: una guidata da chi era a capo della divisone iPod; un'altra dal capo della divisione Mac. Esiste dunque un prototipo, che risale a prima del 2007, in cui l'interfaccia dell'iPhone è simile a un iPod (con la rotella virtuale). Pare chiaro che, alla fine, ebbe meglio l'idea della divisione dei pc Mac. "Ci sono alte probabilità che questi modelli siano stati tenuti in mano anche dallo stesso Steve", ha spiegato Plain al sito CultofMac.

Tra i vari prototipi, pensati da Steve Jobs, ce n'è anche uno molto squadrato che, al momento, non ha trovato applicazione. Eppure spesso i modelli poi effettivamente usciti erano in qualche modo già stati pensati da Cupertino. Come quello con gli angoli sbordati e piatto. Il primo iPhone trovò una conformazione differente, ma questo prototipo sembra essere il padre di iPhone 5. Un'altro aveva invece il retro con una bombatura che assomiglia incredibilmente alla cover con batteria di scorta integrata ora venduta dalla Apple. Mai partorita fino in fondo, invece, l'idea di fare un melafonino con gli angoli che somigliano ad una pietra tagliata (guarda qui tutte le foto).

Commenti
Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Sab, 26/05/2018 - 19:48

Rachele Nenzi, guardi che "un altro" si scrive senza apostrofo. Se la legge il direttore, la licenzia. P.s.: questa non la pubblichi.

Brex

Dom, 27/05/2018 - 04:50

Questo articolo è stato scritto in maniera davvero confusionale. "Il prototipo è finito su E-Bay e anche la apple gli chiese uno scambio... ma il proprietario non aveva intenzione di venderlo?" sinceramente trovo difficile pensare che la Apple si disfi di prototipi mettendoli all'asta su ebay, a maggior ragione se contengono informazioni delicate. Se invece è il proprietario che lo mette su ebay, deve avere per forza intenzione di venderlo. Per un giornalista di professione la mole di errori di ortografia, di sintassi o semplicemente di logica sono inaccettabili, aggiunto poi al fatto che evidentemente non c'è un controllo prima di pubblicare l'articolo si rischia di minare in maniera irreversibile la credibilità de Il Giornale.