Facebook messo in ginocchio da un virus: "Non aprite quel link"

La polizia postale ha diffuso un comunicato nel quale invita tutti gli utenti di Facebook a fare attenzione al virus che arriva tramite messaggi privati

Se prima c'era il virus del video porno che veniva condiviso in automatico sulla bacheca Facebook degli amici, ora c'è un messaggio privato che dice di aver trovato un filmato privato dell'utente.

Molti di voi lo avranno già ricevuto, quindi saranno già infettati. Su Facebook, per la precisione, nei messaggi privati, si è diffuso un virus micidiale. Come è fatta questa truffa? Un amico vi invia per posta questo messaggio: "Ho trovato questo video girando su internet e mi sembri tu. Che vergogna". Il tutto seguito da un link-trappola.

Alla maggior parte di voi questo messaggio sembrerà normale, visto che è proprio un vostro amico ad inviarvelo. Proprio qui sta il bello. Perché quando cliccherete su quel maledetto link, spinti dalla curiosità, computer e telefono verranno infettati da un virus. Il virus poi non si fermerà qui e si diffonderà a tutti i vostri contatti come è stato fatto con voi.

La diffusione avviene nello stesso modo in cui si è stati contattati, tramite messaggio privato. La polizia postale sul suo account Facebook invita "innanzitutto a evitare di cliccare sul link e ad installare o aggiornare l'antivirus". "Poi dovrete anche avvertire l'amico che vi ha inviato il messaggio per primo perché lui ha sicuramente il virus. Comunicate anche a tutti gli altri contatti di Facebook quello che sta succedendo, solo così riusciremo a contenere i danni di questo terribile virus" - conclude la polizia.

La polizia ha poi specificato che il virus si contrae solo quando si schiccia sul link, non se si apre semplicemente il messaggio.

Commenti
Ritratto di robergug

robergug

Mar, 14/06/2016 - 11:21

Io non aprirei mai l'allegato di una mail che mi dice "mi sembra tu". Ma forse non sono normale.