Google celebra con un doodle Clara Rockmore, madre del theremin

Il motore di ricerca ha elaborato un doodle interattivo con cui è possibile cimentarsi nell'utilizzo del particolare strumento

Google ha deciso di celebrare oggi con un doodle la nascita di Clara Rockmore, nata proprio il 9 marzo, conosciuta come la più grande suonatrice di theremin della Storia della musica. Clara Reisenber, questo il vero nome della musicista, nacque a Vilnius, in Lituania, nel 1911 e oggi avrebbe 105 anni. Morì a New York, nel 1998.

Il theremin è il più antico strumento musicale elettronico conosciuto che non preveda il contatto fisico dell'esecutore. Fu inventato nel 1919 dal fisico sovietico Lev Sergeevič Termen e si basa su oscillatori che, lavorando in isofrequenza al di fuori dello spettro udibile, producono, per alterazioni delle loro caratteristiche a seguito della presenza delle mani del musicista nel campo d'onda, dei suoni sul principio fisico del battimento, questa volta nel campo delle frequenze udibili.

Lo strumento è composto fondamentalmente da due antenne poste sopra e a lato di un contenitore nel quale è alloggiata tutta l'elettronica. Il controllo avviene allontanando e avvicinando le mani alle antenne: mediante quella superiore (posizionata verticalmente) si controlla l'altezza del suono, quella laterale (posta orizzontalmente) permette di regolarne l'intensità. Il timbro può variare tra quello di un violino e quello vocale. Lo strumento è considerato molto difficile da suonare proprio perché lo si suona senza toccarlo, quindi senza riferimenti visibili alla posizione relativa delle due mani.

Clara Rockmore fu una pioniera dell’elettronica, e il suo talento si manifestò già in tenera età. A quattro anni divenne la più giovane violinista accettata al conservatorio imperiale di San Pietroburgo.

Trasferitasi negli Usa nel 1921 con la famiglia, anche per motivi politici, incontrò Theremin a New York. Un incontro fortunato, anche per lo stesso creatore dello strumento: Rockmore infatti lo aiutò a introdurre delle migliorie in termini di estensione delle note e delle funzioni assenti, tra cui la diteggiatura aerea per cambiare le note.