Musk denuncia: "Nel team di Tesla c'è un sabotatore"

Accuse di Elon Musk: nella Tesla una serie di sabotaggi ad opera di un dipendente per mancata promozione

Dopo le accese polemiche che hanno visto protagonista l’azienda automobilistica statunitense, Elon Musk, Ceo di Tesla, ha messo in guardia i suoi dipendenti con una mail massiva: “All’interno del team Tesla agisce un sabotatore”. Ad allarmare Musk è l’ennesimo inspiegabile evento all’interno dell’azienda: un piccolo incendio nella linea di produzione che avrebbe compromesso per qualche ora il lavoro della Tesla, senza però arrecare danni significativi a persone e macchinari. Per Musk si tratterebbe dell’ultimo episodio di una lunga serie di sabotaggi compiuti da un dipendete ai danni della società.

A detta di Musk il fantomatico sabotatore avrebbe portato avanti un’operazione “estesa e compromettente”. Il movente: la vendetta per non aver ottenuto un avanzamento di carriera all’interno della Tesla. Modificare i codici relativi ai prodotti aziendali, diffondere informazioni sensibili non autorizzate all’esterno della ditta, sono tutte iniziative che il sabotatore avrebbe compiuto indisturbato per molto tempo. Al momento sono in corso delle indagini che andranno avanti in profondità per tutta la prossima settimana. In una recente mail Musk ha dichiarato ai suoi dipendenti che l’ultimo incidente aziendale potrebbe essere un caso isolato e casuale ma, citando Andy Grove, ha ricordato: “solo i paranoici sopravvivono”.

Nella mail, riportata dall’emittente statunitense Cnbc, Musk ha invitato tutti gli impiegati a farsi carico delle responsabilità e del benessere della Tesla, facendo direttamente riferimento a lui per qualsiasi segnalazione. Che si tratti davvero dell’azione di un sabotatore in cerca di vendetta al momento non è dato saperlo. Ciò che è invece evidente è la numerosità di casi in cui l’azienda Tesla è stata messa al centro di forti e recenti polemiche. Non ultimo l’inconveniente automobilistico della Model S che ha preso fuoco nelle strade di Los Angeles, in cui il noto produttore e regista britannico, Micheal Morris, è scampato alle fiamme insieme alla moglie.