Ora Facebook compra Oculus: scommette sulla realtà virtuale

Dopo aver comprato WhatsApp per 19 miliardi di dollari, il colosso di Zuckerberg ingloba la start up che produce la realtà virtuale con gli occhiali Oculus Rift

Facebook scommette sulla realtà virtuale. E si compra Oculus per 2 miliardi di dollari. La transazione dovrebbe chiudersi nel secondo trimestre: 400 milioni di dollari saranno versati in contanti, mentre 23,1 milioni saranno corrisposti in azioni. Poco più di un mese fa Facebook ha annunciato l’acquisizione dell’applicazione di messaggistica WhatsApp per 19 miliardi di dollari.

Facebook punta ad ampliare il raggio di azione di Oculus al di là dei giochi, espandendolo a nuove aree quali la comunicazione, i media e l’intrattenimento. "Il mobile è la piattaforma di oggi e ora ci stiamo anche preparando alle piattaforme di domani", ha commentato l’amministratore delegato di Facebook Mark Zuckerberg sottolineando che "Oculus ha la possibilità di creare la piattaforma più social di sempre, e cambiare il modo in cui lavoriamo, giochiamo e comunichiamo". "Siamo contenti di poter lavorare con Mark e Facebook per offrire la migliore piattaforma di realtà virtuale del mondo", ha messo in evidenza Brendan Iribe, il co-fondatore e l’amministratore delegato di Oculus, precisando che "la realtà virtuale sarà definita in modo forte dalle esperienze sociali che connettono le persone in nuove e magiche modalità. È una tecnologia che trasforma e consente al mondo di provare l’impossibile".

L’acquisizione di Oculus, che manterrà il suo quartier generale a Irvine, arriva per Facebook a un mese di distanza da quella di WhatsApp, pagata per 19 miliardi di dollari. Facebook ha speso un miliardo di dollari nel 2012 per acquistare Instagram. A differenza di queste, però, Oculus è un produttore di hardware. Oculus è una start up che sta cercando di diffondere la realtà virtuale con i suoi occhiali Oculus Rift. È stata lanciata dopo che il suo fondatore, Palmer Luckey, ha raccolto 2,4 milioni di dollari con una campagna di Kickstarter.