Ora Instagram censura il nudo: ecco cosa sarà vietato (e cosa no)

Aggiornate le regole d'uso del social network: no ai bimbi nudi, sì alle cicatrici da mastectomia e alle donne che allattano

Smartphone

Basta foto osè su Instagram. La piattaforma basata sulla condivisione di foto e di proprietà di Facebook ha infatti aggiornato le proprie regole d’uso mettendo al bando le foto di nudo.

"Sappiamo che talvolta le persone desiderano condividere immagini di nudo artistiche o di natura creativa, ma per diversi motivi non è consentita la pubblicazione di contenuti di nudo", si legge ora nel regolamento. Il divieto riguarda, oltre a genitali e rapporti sessuali, natiche e seni. Il che riguarda anche "bambini parzialmente o completamente nudi" ("anche quando questi contenuti vengono condivisi con buone intenzioni, altre persone potrebbero usarli in modi imprevisti", dice Instagram), mentre sono permesse "foto di cicatrici causate da una mastectomia e donne che allattano al seno", oltre che dipinti e sculture.

Le nuove regole puntano a fare chiarezza sui motivi per cui Instagram, che conta 300 milioni di utenti mensili, rimuove i contenuti. La censura del nudo, infatti, non è nuova nella piattaforma e ha colpito anche personaggi famosi come Rihanna (rimosse le sue foto in topless). Due settimane fa Madonna ha pubblicato una sua immagine di nudo su Instagram, con una barra nera a coprire il seno, per protestare contro "l’ipocrisia dei social media".