"Prezzi più alti per gli ebook": Apple condannata dall'antitrust

Rigettato il ricorso della casa di Cupertino

450 milioni di dollari. Tanto è costato a Apple il "cartello" per alzare i prezzi degli ebook. Lo ha deciso la Corte suprema Usa che ha respinto l'appello della casa di Cupertino contro la prima condanna arrivata a giugno scorso dalla Corte d'Appello di New York.

Secondo i giudici Apple sarebbe stata a capo di un gruppo formato da altri cinque grandi gruppi editoriali (Hachette Book Group, controllata da Lagardere, HarperCollins Publishers, parte di News Corp, Penguin Group, Simon & Schuster, controllata da Cbs, e Macmillan, parte di Verlagsgruppe Georg von Holtzbrinck) e che ha provato a spingere Amazon, leader del mercato, ad alzare i prezzi. Le case editrici coinvolte hanno già patteggiato per 166 milioni di dollari. Questo significa che Cupertino dovrà pagare i 450 milioni di dollari previsti dal patteggiamento concordato in precedenza nell’ambito della causa intentata nel 2012 dal dipartimento di Giustizia e da una trentina di Stati americani, che accusavano la società di avere aumentato arbitrariamente i prezzi, d’accordo con gli editori, quando è stato lanciato l’iPad, nel 2010. La maggior parte della cifra sarà destinata ai consumatori.

Commenti

claudioarmc

Mar, 08/03/2016 - 06:42

LA MELA MARCIA DEVE CADERE