Power Rangers, Skylanders e Call of Duty per un Natale tra sogno e sparatutto

Tre consigli per un videogame sotto l'albero

A Natale, i protagonisti sono soprattutto i bambini. A loro vanno le attenzioni maggiori e il piacere di fare regali sapendo che, in cambio, riceverete l’emozione del loro sguardo felice davanti al gioco desiderato. Bimbi tecnologico perché, ormai, ne sanno più loro di un tecnico informatico, tra console fisse e portatili, pc, app per telefonini. Insomma, con un videogioco pensato per loro, andate sul sicuro. Tra questi, sarà gettonato Power Rangers Megaforce (Namco Bandai), provato sulla Nintendo 3DS. Il brand è molto conosciuto e sfruttato. Nei vent’anni di vita dei Rangers abbiamo visto e giocato con tanti titoli ispirati alle loro avventure. Questo nuovo capitolo, si inserisce perfettamente in questo trend perché, pur con tanti anni sulle spalle, la saga continua a mietere tanti fan e proseliti. Fedele alla serie Tv, il gioco ci proietta in questa invasione aliena Warstar che ha come scopo occupare e schiavizzare la nostra vituperata Terra che, avrà i suoi irrisolti problemi ma continua ad essere appetita, almeno virtualmente, dagli ET. Volete prendere parte alla storia? Bene, scattatevi una foto e scegliete quale costume colorato indossare. Ora, che le danze inizino. I livelli sono a scorrimento laterale e vi impegneranno con sfide particolari come il raccogliere medaglie o il sopravvivere ai cattivoni facendoli fuori a suon di colpi. Non mancheranno, ovviamente, i boss, ma non spaventatevi perché con la giusta strategia potrete abbatterli agevolmente. Per celebrare i vent’anni di vita, dei Rangers, si potranno sbloccare le skin Mighty Morphin Power Rangers ed equipaggiarle per combattere in vecchio stile. Bella la grafica per un gioco magari non esaltante ma che farà felici i bambini innamorati della serie Tv. 

L’uscita della nuova Xbox One ha rimesso sul mercato titoli già in circolo da qualche settimana, ora presentati nel formato adatto per la console next-gen. Così, se i vostri figli avranno la fortuna di trovare questa macchina dei sogni targata Microsoft sotto l’albero, allora non dovete esimervi dal fare 31 e accompagnare il pacco con il nuovo Skylanders SWAP Force, terzo episodio di una serie che ha rivoluzionato il modo di videogiocare. Merito di Activision Blizzard che in un momento non facile di mercato si è inventata un gioco che ha fruttato, tra una cosa e l’altra, una cifra di un miliardo e mezzo di dollari. La nuova puntata, ovviamente, non snatura la dinamica di fondo di interazione tra statuette e videogioco per mezzo del portale luminoso, chiave del suo successo globale. Il meccanismo è semplice: si pone uno dei personaggi (tre li trovate nella confezione e gli altri li potete acquistare separatamente) su questo aggeggio e subito lo vedrete proiettato nel televisore di casa. Nella nuova release della saga, la new entry è rappresentata dalla Swap Force, ovvero i nuovi personaggi che hanno la prerogativa, attraverso dei magneti, di dividere e riassemblare la parte superiore del corpo da (e con) quella inferiore. Così facendo, li potrete abbinare agli altri Swap a vostra disposizione (il sopra di uno con il sotto di un altro) dando vita fino a 256 tipi diversi di statuette, ognuna con differenti capacità e attributi. Inutile aggiungere che i figli, dopo la sbornia iniziale, vi tormenteranno con un «me lo compri papà?», per incrementare la loro collezione. Del resto, il business è proprio questo e, diciamocelo tra noi, anche i genitori finiscono per divertirsi molto (ma non ditelo ad alta voce o sarà la fine per il vostro portafoglio).   

Se, invece, avete in casa un diciottenne allora andate sul sicuro con il regalare il nuovo Call of Duty: Ghosts, ultimo episodio, targato Activision, di una saga amata come poche. La grande novità di quest’anno è data dal fatto che ora il titolo è disponibile anche per le console next-gen. Noi lo abbiamo provato sulla Xbox One ed è una vera goduria per gli occhi. Un gioco che viene acquistato principalmente per la forza del suo Multiplayer che richiama online, ogni giorno, milioni di utenti sparsi in tutto il mondo. Esiste, però, anche una campagna per giocatore singolo nel caso vogliate cimentarvi in questa particolare tenzone. Una Federazione di stati sudamericani ha messo in ginocchio gli Usa, dopo un assalto ad una stazione orbitale. Qualche anno dopo, il protagonista viene chiamato a far parte dei Ghosts, un’unità fantasma che, di solito, è utilizzata per il lavoro più sporco. Niente di eccezionale, insomma, dal punto di vista della fantasia. Tanto, il motivo di acquisto è il Multigiocatore, con armi che fanno ancora più male e nuovi movimenti (come scivolare dopo una corsa o sparare mentre si salta un ostacolo). Una decina le modalità di gioco e una personale predilezione per Extinction, che vi metterà alle prese con gli alieni. Sarà anche Natale ma virtualmente non si deve necessariamente essere più buoni con un simile sparatutto.

Commenti

slim313

Mer, 18/12/2013 - 19:42

e la playstation 4? più piccola meno costosa e più potente dello scatolone (xbox one) anche se di poco neanche nominata? per dirne una call of duty su xbox gira a 720p su playstation a 1080