Realizzata la cella solare più piccola del mondo

È così leggera e sottile da poter essere collocata su una bolla di sapone

Gli scienziati del Massachusetts Institute of Technology hanno inventato delle celle solari così leggere e sottili da poter essere collocate su una bolla di sapone.

I ricercatori hanno pubblicato lo studio sulla rivista specializzata Organic Electronics. Nel polimero di parylene gli scienziati sono riusciti ad installare elettrodi e strati fotoattivi. Ricoperte da un ulteriore strato di parylene, le celle solari hanno le dimensioni di un cinquantesimo dello spessore di un capello e di un millesimo di quelle equivalenti realizzate su substrati di vetro.

L'intera cella solare – spiegano dall’MIT - può essere fabbricata a temperatura ambiente, senza solventi e con un procedimento che impedisce la manipolazione dei substrati sottili.

“La nuova cella solare creata ha il miglior rapporto potenza-peso mai raggiunto dall’uomo. È stata progettata per essere una sorta di add-on per le strutture esistenti. La tecnologia potrebbe migliorare l’autonomia della prossima generazione di dispositivi elettronici portatili”.

Le possibili implicazioni nel campo dell’ingegneria aerospaziale, dove il rapporto potenza-peso è determinante, sono praticamente infinite.