Samsung blocca i Galaxy Note 7. E il titolo crolla in Borsa

Il titolo coreano cede dopo la decisione di sospendere la produzione del modello

"Spegnete il dispositivo e non usatelo". È chiarissimo l'avvertimento che arriva da Samsung, per i possessori di un Galaxy Note 7, dopo che diversi dispositivi hanno fatto segnalare lo stesso problema: un eccessivo surriscaldamento del phablet che ha porta anche all'incendio dello stesso dispositivo.

Un problema che aveva già spinto la società sudcoreana a uno stop delle vendite, e che ieri ha convinto Samsung della necessità di chiedere a partner e rivenditori di non proporre più il modello, mentre le indagini sui recenti incidenti continuano e viene annunciato lo stop della produzione.

Una decisione pesante, che ha influito anche sull'andamento del titolo in Borsa, con la società in netto calo e impegnata a "lavorare diligentemente con le autorità per assumere le misure necessarie per risolvere la situazione".

Tokyo avanza dello 0,98%, sulla scia dell'aumento del prezzo del petrolio e dell'indebolimento dello yen. Hong Kong cede dell'1,27%, alla riapertura, dopo un week-end lungo. A Seul Samsung lascia sul terreno l'8%, dopo aver annunciato la sospensione globale delle vendite del telefono Galaxy Note 7. In Cina lo Shanghai Composite Index sale dello 0,56% e Shenzhen dello 0,51%.