Samsung in campagna acquisti: BlackBerry nel mirino

Il colosso sudcoreano, grande nemico di Apple, mette gli occhi sull’azienda canadese e offre (pare) 7.5 miliardi di dollari

Grandi movimenti all’orizzonte nel mercato della telefonia mobile. Nulla è ufficiale e nulla è confermato – anzi le due parti smentiscono ogni trattativa –, ma la Reuters racconta che la Samsung vuole comprare BlackBerry per 7.5 miliardi di dollari.

I nemici numero uno di Apple sono alla ricerca di nuove risorse per contrastare l’appeal dei prodotti made in Cupertino e l’azienda canadese, con i suoi brevetti, network e tecnologie di sicurezza, porterebbe quel quid in più alla casa sudcoreana. I 44mila brevetti che i nordamericani hanno sotto chiave rappresentano la loro salvezza (dopo aver rischiato il fallimento) e ingolosiscono Samsung, consapevole di quanto il primato di BlackBerry nei sistemi di protezione dei dati possa giovare al proprio business.

La Reuters riferisce che “i vertici delle due società si sono incontrati la scorsa settimana per intavolare l’operazione”. Ma, come già detto, sono arrivate le smentite: da Waterloo fanno sapere di “non essere impegnati in nessuna trattativa con Samsung circa un’offerta di acquisizione”, mentre dall’Oriente arriva una secca email che parla di “notizie senza alcun fondamento”. Prima dell’intervento delle due compagnie il titolo della Mora è schizzato in borsa: al Nasdaq di New York le azioni sono salite di circa il 30%, per poi crollare del 14%.

Nonostante i diretti interessati – come è normale che sia – non lascino prendere piede alle voci, qualcosa di concreto c’è e l'ufficialità potrebbe arrivare anche a breve. L’agenzia di stampa britannica rivela anche i dettagli dell’offerta sudcoreana: Samsung valuterebbe le azioni di BlackBerry tra i 13.35 e i 15.49 dollari, ovvero tra il 38% e il 60% in più rispetto al valore attuale.