Lo studio: "Ecco cosa accade quando non usiamo Facebook per 7 giorni"

Aumenterebbe il grado della felicità. È uno studio realizzato dall'Happy Research Institute danese, che lavorando su un campione di mille persone ha dimostrato come la lontananza dal social porti non solo un aumento della voglia di godersi la vita, ma una diminuzione di tristezza e rabbia

Cosa succede se non accediamo a Facebook per una settimana? Aumenterebbe il grado della felicità. È uno studio realizzato dall'Happy Research Institute danese, che lavorando su un campione di mille persone ha dimostrato come la lontananza dal social porti non solo un aumento della voglia di godersi la vita, ma una diminuzione di tristezza e rabbia.

"Facebook è un flusso costante di vite modificate che distorce la nostra percezione della realtà". E' l'assunto di partenza dell'istituto danese che ha chiesto a 1095 persone di partecipare all'esperimento, dividendole tra gruppo di controllo e gruppo di studio: una metà ha continuato a usare Facebook regolarmente, mentre il resto non ha effettuato l'accesso per 7 giorni. Il risultato è stato sorprendente: se prima del test l'81% del gruppo di studio si definiva felice, al termine dell'esperimento la percentuale è salita all'88%. Gli studiosi hanno inoltre rilevato una netta diminuzione della tristezza (dal 34% al 22%), della depressione (dal 33% al 22%) e del senso di solitudine (dal 25% al 16%). Eliminando il contatto con la vita sociale virtuale migliora la condizione di quella reale: in una scala da 1 a 5 il gruppo di studio ha espresso una soddisfazione di 4,08 rispetto al 3.86 pre-test, mentre sono rimasti praticamente invariati i dati raccolti dal gruppo di controllo. Nota ancor più importante riguarda la concentrazione: le persone lontane dal social hanno riscontrato una maggior facilità nel raccogliere le energie per studiare o leggere, sprecando così molto meno tempo durante la loro giornata.