Ted Kennedy ricoverato d’urgenza Forse un ictus, la famiglia ottimista

Il senatore americano Edward Moore Kennedy è stato ricoverato ieri al Massachusetts General Hospital di Boston. La notizia del malore accusato dall’ultimo della dinastia Kennedy ha fatto il giro del mondo in pochi minuti. Inizialmente sembrava che il senatore fosse stato colpito da un doppio ictus ma Stephanie Cutter, portavoce della famiglia, ha dichiarato che si è trattato di un attacco convulsivo. Il 76enne Ted - nato a Boston il 22 febbraio 1932, fratello minore di JFK e di Bob - si trovava nella villa di Hyannis Port quando ha accusato i sintomi di quello che era sembrato un ictus. Si stava preparando all’evento annuale del Best Buddies Challenge dedicato alla raccolta di fondi a favore dell’organizzazione fondata da Anthony Kennedy Shriver che si dedica alle persone con disabilità mentali. Centinaia le persone attese per la tradizionale pedalata in bicicletta che parte dalla biblioteca Kennedy di Boston.
Il senatore, eletto nel 1962 al posto del fratello John Fitzgerald diventato presidente degli Stati Uniti, aveva subito lo scorso ottobre un’operazione per sbloccare l’arteria carotidea. Il chirurgo che aveva operato il senatore afferma che l’intervento è riservato a pazienti con un blocco di oltre il 70 per cento e che nel caso di Kennedy il blocco era «sostanziale». Il mondo politico americano ha fatto sentire immediatamente la sua voce a tutti i livelli. «I miei pensieri e le mie preghiere vanno all’amico Ted», ha dichiarato Barack Obama, candidato alla nomination democratica appoggiato pubblicamente da Kennedy nella corsa elettorale in un suo intervento dello scorso gennaio.
«Pensieri, preghiere e auguri» sono stati mandati anche da Hillary Clinton a cui il vecchio leone del partito democratico aveva negato l’appoggio. Il candidato presidenziale repubblicano John McCain, ha definito Kennedy come un «parlamentare leggendario». «Quando abbiamo lavorato insieme - afferma McCain - è stato un magistrale, equo e generoso partner. Considero un grande privilegio poterlo definire mio amico».
Secondo fonti del Boston Globe Kennedy è stato ricoverato inizialmente al pronto soccorso dell’ospedale della vicina Cape Cod e solo dopo averne verificato le condizioni è stato deciso il trasporto in elicottero nel più attrezzato ospedale di Boston. Le analisi effettuate non hanno ancora stabilito le ragioni dell’attacco convulsivo ma la situazione clinica è in rapido miglioramento. La famiglia si definisce ottimista ma difficilmente si potrà sapere qualcosa di più prima di 48 ore. Il clan dei Kennedy si sta radunando rapidamente nella villa di famiglia. Ted Kennedy si era sposato in prime nozze con Joan Bennet dalla quale ha avuto tre figli: Kara, Edward Jr. e Patrick. Dopo il divorzio, nel 1982, Ted si è risposato con Victoria Reggie, un’avvocato di Washington, con la quale ha avuto Curran e Caroline. Il senatore, in seguito all’assassinio dei fratelli John (1963) e Robert (1968) è anche diventato tutore dei loro tredici figli. Un vero patriarca.