La tedesca Eberl sul trono del Bmw Open

Più forte del vento, di un campo davvero «tosto» ma soprattutto più brava a gestire ogni colpo come se fosse quello decisivo, senza mai mollare. Dopo essere giunta seconda nell'edizione del 2004 questa volta Martina Eberl, 27 anni di Monaco di Baviera, non si è fatta scappare il titolo conquistando all’Argentario Golf Club di Porto Ercole il 21° Bmw Ladies Italian Open e una prima moneta di 60.000 euro. Troppo in palla la bionda tedesca per lasciare spazio nel quarto giro a possibili colpi di coda delle sue avversarie, a partire dalla svedese Maria Hjorth e la gallese Becky Brewerton che hanno al termine condiviso il terzo posto con la danese Lisa Holm Sorensen con 281 colpi, tre sotto il par del campo, contro i 275 finali della Eberl.
Peggio è andata a una delle grandi favorite della vigilia e attuale numero uno europea, la francese Gwladys Nocera che dopo essere stata in testa al giro di boa è finita solo sesta con 282 insieme ad altre tre giocatrici fra cui Stefania Croce, l’unica azzurra a tenere alto l’onore tra le 16 italiane impegnate. Senza tradire emozione, con il sorriso sulle labbra e quella tipica freddezza tutta teutonica, la Eberl ha chiuso il torneo con cinque colpi di vantaggio sulla sorprendente spagnola Carmen Alonso e giocando addirittura alla 18 uno dei colpi più spettacolari, un ferro al green terminato a pochi centimetri dalla buca che gli è valso il birdie, gli applausi e il trionfo finale.
Per la bavarese si tratta della seconda vittoria sul circuito europeo dopo il Madrid Ladies Masters conquistato nel 2007. La ventunesima edizione dell’Open d’Italia femminile ha avuto come teatro per la prima volta lo spettacolare Argentario Golf Resort & Spa, tracciato che ha impegnato a fondo le protagoniste, dando al torneo un fascino quasi britannico.