Tegola sulla Samp, in tre a rischio per il Bologna

Piove sul bagnato, in casa Samp. E anche se a Bogliasco ieri si è rivisto un bel sole, di certo non sono buone – a pochi giorni dalla sfida chiave col Bologna – le notizie dall'infermeria. Sempre out Pozzi e Semioli, sono ben tre i giocatori che ieri hanno lavorato a parte, da considerare dunque in dubbio per domenica: oltre a Gastaldello (che continua a stringere i denti e spera nel recupero), guai fisici pure per Mannini e soprattutto per Martinez. Dunque, se non dovesse farcela neppure l'ex bresciano, in difesa – nella gara forse più delicata degli ultimi tempi – potrebbe esserci spazio per Perticone, appena prelevato dal Livorno. Non è certo questo il momento per fare esperimenti. Il traballante Di Carlo però dovrà ancora una volta fare di necessità virtù. Con Cassano e Pazzini protagonisti nella nazionale di Prandelli, i blucerchiati in questi giorni si sono consolati solo col ritorno al gol, seppur su rigore, di Macheda con la maglia dell'under 21, nella vittoria sull'Inghilterra. Macheda dovrebbe giocare titolare, contro il Bologna, al fianco di Biabiany o Maccarone. Se non dovesse farcela Mannini, potrebbero essere riproposti – sulla destra – Koman o Dessena.
Intanto, nelle ultime ore, sul momento della Samp è intervenuto anche Francesco Flachi. «Una crisi evidente, dovuta alla perdita dei giocatori più rappresentativi – ha scritto l'ex numero dieci doriano su sampdorianews.net – la squadra ha perso l'entusiasmo con il quale aveva volato sino a poche settimane fa». Ma il momento negativo – secondo Flachi - «può e deve passare» perché «i tifosi doriani saranno fondamentali, se non abbandoneranno la squadra e rimarranno unito, sono certo che a breve la Sampdoria uscirà da questo momento di difficoltà». Inevitabile una battuta sui malumori di quest'ultimo periodo. «La società è solida e ben gestita, Garrone è un presidente di tutto rispetto e prima ancora un grande signore – ha proseguito Flachi -, non credo che la sua idea sia quella di abbandonare o mollare la squadra, e la gente di Genova deve continuare a credere in lui come ha sempre fatto anche in anni molto più bui».
Poche storie, però: col Bologna la Samp è obbligata a incamerare i tre punti, altrimenti saranno guai seri. I tifosi – al di là di qualche mugugno – sembrano comunque tutti pronti a stare dalla parte della squadra. Decine di messaggi, anche nella giornata di ieri, dei sostenitori doriani sulla pagina di Facebook di Angelo Palombo. Il leit motiv è sempre lo stesso: «Capitano, salvaci tu» e ancora «Siam tutti con voi, forza ragazzi». Mentre qualche tifoso chiede addirittura di vedere in campo una squadra «con gli occhi di tigre». Ma forse basterà soltanto un po’ di cuore.