Teheran insiste: lanciati altri Shahab nel Golfo

Le forze armate iraniane hanno
effettuato oggi un nuovo test missilistico nel Golfo, nel terzo
giorno di manovre militari che hanno accresciuto la tensione fra
Teheran e i Paesi occidentali

Teheran - Le forze armate iraniane hanno effettuato oggi un nuovo test missilistico nel Golfo, nel terzo giorno di manovre militari che hanno accresciuto la tensione fra Teheran e i Paesi occidentali. Lo riferisce il sito internet della televisione di Stato iraniana.

Il secondo test missilistico Quello odierno è il secondo test missilistico nell’arco di 24 ore. Secondo quanto ha riportato ieri la tv di Stato iraniana, infatti, i Guardiani della rivoluzione, corpo militare d’elite, avevano già lanciato nove razzi a lungo e a medio raggio, tra cui un "nuovo" Shahab 3 in grado di colpire Israele e le basi statunitense nella regione mediorientale. I lanci sono stati effettuati nel Golfo Persico e nello Stretto di Hormuz.

La condanna della Casa Bianca I test sono stati condannati fermamente dalla Casa Bianca, che ritiene la produzione di missili balistici una "violazione" delle risoluzioni del consiglio di Sicurezza dell’Onu. Intanto, questa mattina, Israele presenterà l’Eitam, un aereo spia dotato di sofisticati sistemi di raccolta di immagini e dati, in grado di raggiungere anche l’Iran: è la risposta dello Stato ebraico ai test missilistici condotti ieri da Teheran.