Teheran non cede: continuerà nei piani nucleari

da Teheran

L’Iran non prenderà in considerazione alcuna proposta delle grandi potenze riunite nel gruppo dei «5+1» che preveda la sospensione dell’arricchimento dell’uranio o il suo trasferimento in un Paese terzo. Lo ha detto il portavoce del governo di Teheran, Gholam-Hossein Elham.
«Privare l’Iran dei suoi legittimi diritti non può far parte del pacchetto di proposte dei 5+1», ha aggiunto Elham.
Entro giugno dovrebbe arrivare a Teheran il responsabile della politica comune dell’Ue, Javier Solana, per presentare le ultime proposte delle grandi potenze per cercare di risolvere il contenzioso sul programma nucleare della Repubblica islamica.
Dopo che Teheran ha ignorato quattro risoluzioni del Consiglio di Sicurezza dell’Onu che le chiedevano di sospendere l’arricchimento dell’uranio, i 5+1 hanno deciso di offrire all’Iran un nuovo pacchetto di incentivi per cercare di indurlo ad accettare di fare marcia indietro. Del gruppo fanno parte i cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza (Usa, Russia, Cina, Francia e Gran Bretagna) più la Germania.
Elham ha aggiunto che la data dell’arrivo di Solana a Teheran «sarà annunciata» prossimamente.