Teheran paga Hamas per non liberare Shalit

Gerusalemme. L’Iran avrebbe dato al capo dell’ufficio politico di Hamas, Khaled Mashaal, 50 milioni di dollari per convincerlo a sabotare, quasi all’ultimo minuto, un accordo che avrebbe dovuto portare alla liberazione del caporale israeliano Ghilad Shalit in cambio della scarcerazione da parte di Israele di centinaia di palestinesi. Lo scrive il giornale israeliano Yediot Ahronot, secondo cui Mashaal aveva già dato un assenso di massima a un’intesa per far consegnare al presidente palestinese Mahmud Abbas il caporale in occasione della festa musulmana che chiude il mese sacro del Ramadan.