Teheran a Solana: "Avanti col nucleare" Sarkozy e Bush: "E' inaccettabile"

L'Iran respinge le proposte della comunità internazionale. Il portavoce di Teheran: "No alla sospensione dell'arricchimento dell'uranio, non ci saranno cambiamenti". Dura presa di posizione del presidente francese e di quello americano

Teheran - L’Iran non cede sul nucleare. Un secco no alla richiesta della comunità internazionale di interrompere l’arricchimento dell’uranio. L’alto rappresentante della politica estera dell’Ue, Javier Solana, ha consegnato al ministro degli Esteri iraniano, Manouchehr Mottaki, una proposta con l’offerta di incentivi in cambio della sospensione dell’arricchimento dell’uranio messa a punto dal ’5+1’, i cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza dell’Onu più la Germania. Si tratta di una versione aggiornata e ampliata di un pacchetto che Teheran aveva già rifiutato nel 2006. Ma, poche ore dopo l’arrivo di Solana a Teheran, il portavoce del governo iraniano, Gholam Hossein Elham, ha ribadito il “niet” della Repubblica islamica. "La posizione iraniana è chiara", ha affermato Elham, «non si può trattare sulla sospensione delle attività nucleari". "Se esiste" una richiesta di congelamento dell’arricchimento, ha continuato, "non può essere presa in considerazione. Se lo stop all’arricchimento sarà sollevato, non vi saranno cambiamenti riguardo alla questione del nucleare".

Proposte Secondo quanto scrive un’agenzia di stampa iraniana citando il direttore politico del ministero degli Esteri britannico, che accompagna Solana nella sua missione, le proposte prevederebbero una sospensione da tre a sei mesi dell’arricchimento dell’uranio per potere avviare trattative. La soluzione definitiva prevederebbe la costituzione di un consorzio internazionale che dovrebbe arricchire in Russia l’uranio necessario ad alimentare le centrali nucleari iraniane per uso civile.

Sarkozy: "Inaccettabile" Il possesso dell' arma nucleare da parte dell' Iran è una "minaccia inaccettabile per la stabilità del mondo". Lo ha detto il presidente francese Nicolas Sarkozy in una conferenza stampa congiunta con il presidente americano George W. Bush all'Eliseo. Sarkozy ha detto invece che il dialogo è aperto sulla questione del nucleare civile.

Bush "deluso" "Sono deluso per il fatto che i leader iraniani abbiano respinto immediatamente le nostra generosa offerta", ha detto Bush parlando del pacchetto di nuove proposte presentate dal negoziatore del 5+1 Javier Solana a Teheran. "E' questa una indicazione per la gente iraniana che i loro dirigenti intendono portarli sempre più avanti sulla strada dell'isolamento - ha aggiunto Bush - Noi desideriamo vedere gli iraniani prosperare. Ma la scelta spetta ai loro dirigenti: devono abbandonare il loro programma di arricchimento dell'uranio".