Telecamere e defibrillatori ai vigili

La Regione stanzia 800mila euro ai Comuni di Monza e della Brianza per fornire agli agenti strumenti supertecnologici

Più strumentazioni tecnologiche, più telecamere per la sorveglianza, mezzi di trasporto nuovi e attrezzati, comandi moderni ed efficienti. Ma anche defibrillatori, nelle mani degli agenti che li sappiano usare. Ammontano a quasi 800mila euro i finanziamenti stanziati dalla Regione Lombardia destinati, su proposta dell’assessore alla Protezione civile Massimo Ponzoni, alle Polizie locali ai Comuni di Monza e della Brianza. Grazie a queste risorse, le amministrazioni sono ora impegnate ad avviare i progetti che hanno ottenuto i fondi secondo la legge regionale del 2006, e tutti gli interventi dovranno essere completati entro il 30 aprile. I finanziamenti fanno parte dei 10 milioni e 425mila euro assegnati su tutto il territorio lombardo. «In base alle più recenti indagini, condotte dall’Unione Europea, la sicurezza è il bisogno più avvertito dai cittadini - spiega l’assessore Ponzoni (incaricato da Forza Italia di seguire le elezioni amministrative di Monza e degli altri Comuni della zona chiamati al voto) -. Premesso che tocca allo Stato occuparsi di criminalità e ordine pubblico, con questi fondi la Regione intende potenziare la sicurezza urbana, investendo sulle polizie locali per renderle sempre più al passo coi tempi e in grado di coordinarsi con le forze dell’ordine e con le istituzioni. L’obiettivo finale è quello di attuare un sistema di “sicurezza integrata”».
Ponzoni sostiene che «la nuova Provincia di Monza e Brianza fa pensare a una realtà giovane, dinamica, competitiva, capace di valorizzare il capitale umano, ma soprattutto vicina alla gente in un’adeguata situazione di sicurezza. Un territorio, in cui i cittadini possono sentirsi tranquilli e protetti, con meno degrado e meno rischi. Negli ultimi sei anni, il governo regionale ha erogato 75 milioni per la sicurezza urbana. Quest’anno, nonostante i drastici tagli imposti dalla Finanziaria, il Pirellone continuerà nella sua politica tesa a incrementare i livelli di sicurezza nelle città e nei paesi, con uno stanziamento complessivo di circa 9 milioni». L’obiettivo è di contare su «agenti sempre più preparati professionalmente e più attrezzati».
Sempre nell’area brianzola la Regione è impegnata a costruire due caserme dei carabinieri, una a Seveso e l’altra a Verano Brianza, utilizzando fondi del Comitato interministeriale per la programmazione economica. I due presidi resteranno di proprietà dei Comuni e saranno concessi in comodato d’uso gratuito al ministero dell’Interno.