Telecamere-lampioni per scovare in centro carcasse di auto e moto

Venti telecamere mobili, con cinque camuffamenti, entrano in dotazione della polizia municipale e delle forze dell’ordine iN città: l’iniziativa è stata annunciata ieri dall’assessore comunale alla Sicurezza Francesco Scidone con l’obiettivo di individuare chi scarica abusivamente rifiuti o abbandona carcasse di auto e moto. «Si tratta di telecamere mobili dotate di cinque mimetizzazioni diverse - spiega Scidone mostrandone una camuffata da lampione della luce -. Sono fabbricate da Telecom e acquistate grazie ai fondi regionali e comunali del Patto per la sicurezza del 2007». Dieci verranno consegnate alle forze dell’ordine e altrettante ai vigili urbani che le useranno per indagini di polizia giudiziaria. Le nuove telecamere mobili possono essere utilizzate su mandato di un magistrato o su iniziativa dei vigili e mantengono i dati per 72 ore. Negli ultimi due mesi, sottolinea il comandante della polizia municipale Roberto Mangiardi, sono state rimosse 1200 carcasse di auto abbandonate, mentre Scidone aggiunge che il Comune è riuscito a ridurre a sei mesi il tempo medio che intercorre tra la segnalazione e la rimozione del veicolo.
Intanto, l’assessore conferma che sarà rafforzato il controllo della polizia municipale sul centro storico, di notte nei fine settimana, dal 5 dicembre fino a Natale. «Abbiamo stanziato 100mila euro per un servizio straordinario con presidi e controlli - dichiara Scidone -: il progetto sperimentale prevede che di giorno le pattuglie controllino l’area dalla stazione Principe a Brignole. Abbiamo fondi fino a febbraio. Di notte i controlli saranno concentrati sulla città antica». Il centro città è stato diviso in nove microzone dove opereranno altrettante pattuglie. Particolare attenzione viene dedicata a via Turati, dove oltre alla pattuglia ci sarà un camioncino per cercare di debellare il fenomeno del mercatino abusivo. Le pattuglie della polizia municipale, di otto uomini ciascuna, che opereranno negli orari notturni, saranno incaricate tra le 22 e le 4 di mattina al controllo dei locali pubblici, mentre dalle 16 alle 22 combatteranno l’abusivismo commerciale. Mangiardi aggiunge che i controlli per la vivibilità verranno effettuati per 1.440 ore in totale, quelli di polizia stradale per 420 ore complessive e quelli contro l’abusivismo commerciale per 336 ore. Inoltre verrà rafforzato il progetto del Centro d’ascolto di piazzetta dei Greci che dal primo dicembre «diventerà a tutti gli effetti la base operativa del progetto di Polizia di contatto del centro storico».