Telecom brilla ancora

Piazza Affari ha chiuso una riunione semifestiva con un risultato di poco positivo, rispetto alla generale flessione registrata dalle Borse internazionali. Se gli indici S&P/Mib e il Mibtel hanno accusato una modesta limatura, l’indice All/Stars è finito in progresso, sostenuto da quelli Comit e Mediobanca, che hanno realizzato una performance tra lo 0,22 e lo 0,28%. Il tormentone delle Opa bancarie continua a pesare sul mercato, e le ultime novità hanno interessato Unipol con ulteriori ripercussioni sul titolo. Di nuovo in «rosso» Pop. Italiana (meno 2%), ma chiusura negativa all’Expandi anche per Bper (meno 2,1%). Tra i comparti che hanno sostenuto il listino, i telefonici hanno rafforzato i progressi precedenti, con Telecom in rialzo di quasi il 2%. Negli energetici l’approvazione del piano Edison che prevede investimenti per 5 miliardi entro il 2013, ha messo le ali ad Aem Milano, in crescita di quasi il 3%. Nei titoli del lusso, ancora in tensione Bulgari (più 4,4%), cresce ancora Fiat (più 1,7%), insiste la domanda su Camfin, il cui warrant è aumentato dell’11,6%. Spettacolare ingresso di Apulia pronto prestito al mercato Expandi (più 26,5 per cento).