Telecom in cerca del rimbalzo a Piazza Affari

da Milano

Occhi puntati su Piazza Affari per vedere se Telecom Italia continuerà ad affondare (dall’inizio dell’anno il titolo ha perso più del 42% del suo valore) oppure se gli acquisti fatti dagli azionisti di controllo saranno riusciti a innescare un rimbalzo.
E per vedere se qualche altro compratore uscirà allo scoperto, dopo Telco che ha annunciato di aver acquistato sul mercato lo 0,91% salendo al 24,5%. Intanto martedì si dovrebbe aprire la data room per la vendita di Alice France a cui accederebbero Neuf Cegetel, Iliad (Free) e Numericable, dopo aver presentato un’offerta non vincolante compresa tra 800 e 900 milioni. Proseguono intanto i lavori per la composizione delle liste dei candidati da presentare all’assemblea del 14 aprile. Martedì Mediobanca riunirà il comitato nomine per poi dare le sue candidature (ora è rappresentata da Renato Pagliaro) a Telco che il giorno successivo varerà la lista con 12 nomi.
Il numero dei consiglieri dovrebbe ridursi a 15 e al socio di maggioranza spettano 12 posti. Intesa Sanpaolo non deve riunire alcun comitato specifico avendo le deleghe necessarie per comunicare a Telco i propri rappresentanti (dovrebbero essere Gaetano Micciché ed Elio Catania). Per Sintonia resterebbe Gianni Mion mentre, avendo ridotto la sua partecipazione, potrebbe lasciare Gilberto Benetton. Tre consiglieri andranno a rappresentare le minoranze.