Telecom chiude i conti con il Brasile e prepara la semestrale

da Milano

Telecom Italia sale in Borsa del 1,98% dopo aver raggiunto un accordo con un gruppo di fondi pensione brasiliani per la cessione del 38% di Solpart che controlla Brasil Telecom Participacoes per 515 milioni di dollari. A dare fiducia agli investitori, secondo gli analisti, sono però soprattutto le prospettive sui risultati del secondo trimestre che saranno resi noti nel corso del consiglio di amministrazione del 24 luglio prossimo quando diventerà consigliere il rappresentante di Banca Intesa Gaetano Micicchè.
Ieri l’amministratore delegato Riccardo Ruggiero ha detto che «la relazione semestrale che verrà esaminata martedì prossimo è sicuramente positiva: sono stati centrati tutti i target». E quindi gli analisti si aspettano una ripresa nelle prossime settimane del titolo Telecom che dall’inizio dell’anno ha perso quasi l’8%. Secondo gli operatori comunque anche l’annuncio dell’accordo per la cessione della partecipazione nella compagnia brasiliana, anche se ampiamente atteso, ha ridato slancio al titolo. Telecom Italia ha posto così fine al capitolo sudamericano riguardante Brasil Telecom. L’operazione determinerà una riduzione dell’indebitamento finanziario netto per il gruppo italiano pari a 354 milioni di euro e un impatto positivo sull’utile netto per 195 milioni.
Contestualmente è stato raggiunto un accordo transattivo per la chiusura dei contenziosi con i fondi pensione brasiliani e società del gruppo Brasil Telecom. L’intenzione di cedere la quota, che ha comportato diversi problemi anche di tipo regolamentare, era attesa e il prezzo a cui è avvenuta la transazione è giudicato interessante.
L’operazione ha spiegato Telecom, consentirà alla società di concentrare gli sforzi per rafforzare la presenza in Brasile attraverso la controllata Tim Brasil che è il secondo operatore di telefonia mobile del Paese con circa un quarto del mercato. Il perfezionamento della compravendita avverrà dopo 60 giorni dalla sottoscrizione dell’accordo. Sempre ieri Ruggiero in occasione di un convegno sul Mediterraneo ha spiegato che «nei prossimi anni Telecom investirà altri 150 milioni di euro per migliorare la rete nel Mediterraneo».