Telecom in forte calo

Avvio di settimana, a Piazza Affari, all’insegna dell’incertezza. I principali indici arretrano dello 0,33%, mentre l’Allstars perde mezzo punto percentuale. Nella media il volume degli scambi, indicato ieri in poco più di 3,5 miliardi. Nessuna nuova «idea» per il mercato: in fase di stallo i titoli oggetto di possibili Opa, realizzati gli altri bancari, come Pop. Milano (meno 2,9%) che interrompe il vigoroso rally delle scorse settimane; tra le «popolari» nuovi livelli massimi per Bper al mercato Expandi, dopo il rating positivo di Standard & Poor’s. L’annuncio che in Francia verrà messa sul mercato una nuova tranche di France Télécom ha depresso anche i telefonici italiani, con flessioni dell’1,7% per Telecom Italia e Tim. Realizzi anche sui titoli della new economy. Sempre di scena le Fiat (più 1,7%), con impennate maggiori per le azioni priv. e di risparmio, sulle quali insistono le voci di un possibile disimpegno dal settore auto. Nei titoli del limbo, Unipol arretra ancora dell’1,2% per nuove voci su una possibile Opa su Bnl; riprende quota Impregilo (più 2,2%), ma richiesta anche Roma Calcio (più 9,7%) per l’acquisto del calciatore brasiliano Rodrigo Taddei.