Telecom, negli Usa bond da 2 miliardi «Clone» per You Tube

da Milano

Telecom ha colto un’opportunità sul mercato Usa per offrire un bond in due tranche di 2 miliardi di dollari complessivi. L’operazione non è stata comunicata da Telecom, ma da una fonte finanziaria e confermata dalle banche impegnate nel collocamento. Delle due tranche, una sarà a 10 anni e l’altra a 30 anni, ha spiegato uno dei due lead manager, che sono Goldman Sachs, Jp Morgan, Lehman Brothers e Merrill Lynch. «Telecom non aveva necessità di rifinanziamento, ma si è aperta una buona opportunità sul mercato Usa e l’ha colta al volo, cosicché il bond servirà a ripagare una parte del debito - ha detto una delle banche d’affari all’agenzia Reuters - il mercato Usa ha aperto in modo positivo e anche il dato sui beni durevoli negli Stati Uniti è risultato migliore delle attese». Inoltre, tra qualche mese se l’inflazione continuerà su questi livelli la Federal Reserve potrebbe attuare un rialzo dei tassi di interesse. L’ultima emissione in dollari di Telecom risale al luglio 2006 per un importo di 2,6 miliardi di euro. Il debito senior di Telecom è stato classificato da Moody’s come Baa2, che corrisponde al Bbb di Standard & Poor’s. In Borsa il titolo Telecom è sceso di circa 1,6%, una flessione dovuta secondo alcuni analisti, proprio all’emissione del bond Usa. Ieri anche Telefonica è sbarcata sul mercato con una emissione da 1,25 miliardi di euro. Sul fronte dei nuovi servizi la società ha provveduto al riposizionamento del suo canale web Rosso Alice. I contenuti di questo portale sono infatti confluiti, arricchiti e integrati, in Yalp! che vuole essere una community tv sul web. In pratica, una sorta di You Tube all’italiana in quanto, oltre a 19 canali nazionali e internazionali tra cui Rai, Al Jazeera, France 24, e ad alcune squadre di calcio straniere, come Chelsea e Barcellona, gli utenti potranno pubblicare tra breve anche i propri contenuti filmati.