Telecom in retromarcia

Banche sotto i riflettori anche nella seduta di ieri. Proprio i bancari hanno sostenuto il listino milanese, con il Mibtel che chiude in lieve rialzo dello 0,14%. I titoli del Sanpaolo Imi dopo il rally di giovedì hanno messo a segno un altro più 3,49% euro mentre quelli di Intesa hanno registrato un più moderato più 0,82%. Tra le altre banche quelle maggiormente favorite sono state Capitalia (più 3,21%) e Mps (più 2,36%) che potrebbero a questo punto pensare di aggregarsi, per competere con il nuovo colosso. Penalizzata dal mercato Unicredit, che ha lasciato sul terreno l'1,84%. Un’altra scommessa riguarda Alleanza, che ha messo a segno un balzo del 3,53%, mentre Generali si è limitata a un più 0,91% e Mediobanca ha ceduto lo 0,17%. Vendite invece su Telecom Italia (meno 0,97%) e su Seat Pagine Gialle (meno 2,73%). ll rialzo del prezzo del petrolio ha favorito Saipem (più 1,91%), Tenaris (più 1,73%), mentre Eni è cresciuta solo dello 0,14%. Nel Midex spunto di Rcs (più 1,81%). La Juventus, che ha ottenuto un'udienza per il ricorso al Tar del Lazio contro le decisioni del giudice sportivo, sale dello 0,90 per cento.