Telecom scende ancora a Piazza Affari

Consorte dimissionario ma il sostituto nel cda della società forse non sarà nominato

da Milano

Giovanni Consorte, che sedeva nel consiglio di amministrazione di Telecom su designazione di Hopa, ha rassegnato le sue dimissioni e la lettera sarebbe arrivata l’altro ieri sul tavolo dei consiglieri. Attualmente non risultano convocate riunioni «ad hoc» e il primo cda in agenda, durante il quale prendere atto delle dimissioni ed eventualmente nominare un nuovo consigliere, è quello del 7 marzo sui risultati 2005. La possibilità di Hopa di designare un consigliere è prevista dagli accordi che legano la finanziaria a Olimpia e Pirelli, Edizione Holding, Intesa e Unicredit «per tutta la durata dei patti». L’eventuale candidatura di un nuovo consigliere in sostituzione di Consorte non è scontata in quanto conseguenza di un rinnovo dei patti e si lega dunque all’esito delle trattative in mano agli advisor. L’incontro tra questi dovrebbe avvenire nel fine settimana. Intanto Telecom Italia resta in profondo rosso a Piazza Affari con un calo dell’1,45% ai minimi degli ultimi due mesi.
A deprimere è il taglio della raccomandazione sul comparto tlc europeo deciso da JPMorgan a neutral dal precedente overweight. Ieri il gruppo Pirelli ha confermato che il valore attribuito alle azioni Olivetti, società che aveva in portafoglio sostanzialmente come unico asset Telecom, corrispondeva a un premio sul valore del titolo pari a circa il 48 per cento.