Alla Telecom sciopero contro i tagli

Sciopero a Telecom il 4 luglio. Lo hanno proclamato i sindacati nazionali di categoria in seguito alla decisione annunciata da Telecom Italia nell’ambito del nuovo assetto organizzativo proposto dall’ad Franco Bernabè di procedere a una riduzione di 5000 posti di lavoro. «Dopo di che - ha affermato il segretario generale di Slc-Cgil, Emilio Miceli - apriremo le procedure per bloccare gli straordinari. La verità è che pensano di attestarsi tra i 15.000 e i 20.000 esuberi». Secondo Miceli non può esistere un tavolo sugli esuberi senza discutere prima il piano industriale «Ma in ogni caso - ha detto - rigettiamo la politica dei tagli al personale. Telecom oggi si sente forte perché abbandona il mercato internazionale a favore di Telefonica e concede alle banche la rivalutazione del titolo». Quanto alla decisione sullo sciopero nazionale «esso è a difesa dell’occupazione già drasticamente ridotta ma anche - ha concluso - di una delle aziende più strategiche del nostro Paese».