Il telefonino della vigilessa

Il telefonino in macchina (e i punti in meno sulla patente) non sono uguali per tutti. Probabilmente il nuovo codice della strada autorizza esplicitamente la polizia municipale, in divisa e su auto di servizio, a guidare tenendo con una mano il cellulare ben incollato all’orecchio, rischiando di passare con il rosso. Infatti a una vigilessa a bordo di una «Punto» d’ordinanza è accaduto, all’incrocio tra via Cadorna e viale Brigata Bisagno, di sentirsi «fischiare» da un collega che la invitava a fermarsi quando era già sulle strisce, sotto un «rosso» fuoco, non visto molto probabilmente a causa della comunicazione in corso.
L’agente al volante, già senza cinture per esigenze di servizio, però ha continuato a parlare al telefonino, facendo anche qualche centimetro in più sulle strisce e salutando il collega che ha contraccambiato con un ampio sorriso. Proprio come sarebbe accaduto a un cittadino qualsiasi.